Modulistica Edilizia

Regolamento Impianti Pubblicitari e Modulistica

Scarica il regolamento degli impianti pubblicitari

Scarica l’atto del consiglio n. 100 del 18/10/2017

Modulistica


Si ricorda che per l’istallazione delle tende da sole deve essere rispettato il regolamento edilizio all’art. 101 di seguito riportato:

art. 101 del Regolamento Edilizio

  1. Quando non nuocciano al libero transito o non impediscano la visuale in danno dei vicini, il sindaco può autorizzare dietro pagamento della relativa tassa e con l’osservanza delle condizioni che riterrà opportune, caso per caso, l’apposizione a porte e finestre di tende aggettanti sullo spazio pubblico;
  2. Tali tende sono di norma vietate nelle strade prive di marciapiede, tranne che non siano di esclusivo uso pedonale o lo consenta la particolare conformazione della viabilità;
  3. Nelle strade fornite di marciapiede l’aggetto di tali tende deve, di regola, essere inferiore di 50 cm. della larghezza del marciapiede;
  4. Le tende, le loro appendici ed i loro meccanismi non possono essere situati ad altezza inferiore a m. 2,20 dal suolo;
  5. Per immobili di interesse archeologico o storico o artistico il rilascio dell’autorizzazione è subordinato al nulla osta della competente soprintendenza;
  6. L’autorizzazione ad apporre tende di qualsiasi specie può essere revocata quando queste non siano mantenute in buono stato o pulite.

La modulistica per l’istallazione delle tende da sole aggettanti su suolo pubblico deve essere compilata da chi corrisponderà la tassa annuale e non dall’installatore.

 

 

ACCESSO, RICERCA E VISURA DELLE PRATICHE PRATICHE EDILIZIE E CONDONI EDILIZI

Nuove modalità operative

Per DIRITTO DI ACCESSO DOCUMENTALE, ai sensi della Legge 241/90, si intende il diritto degli interessati titolari un interesse diretto, concreto, attuale corrispondente ad una situazione giuridicamente tutelata (es. proprietario, acquirente di immobile con contratto preliminare di compravendita, confinante ecc.) di prendere visione e di estrarre copia di documenti amministrativi. Tale diritto si può articolare in un primo momento di ricerca e poi di visura.

Per RICERCA si intende l’attività dell’ufficio finalizzata a cercare di ricostruire storicamente i diversi titoli edilizi abilitativi rilasciati sulla singola unità immobiliare .

Per VISURA si intende il controllo effettuato sul fascicolo edilizio richiesto, al fine di verificare i documenti presentati al Comune con la possibilità di chiederne copie.

UFFICIO COMPETENTE:

DIREZIONE S.U.I. (SPORTELLO UNICO INTEGRATO GIA’ SUAP E SUEP) GESTIONE EDILIZIA PRIVATA, PRODUTTIVA E COMMERCIO

U.O. Affari generali (competente a ricevere l’istanza di accesso alle pratiche edilizie) presso la sala Accesso Atti, sita 4° Piano della sede centrale ,in Piazza XXIV Maggio, 1, 60121 Ancona.

Orario di apertura: 9,30- 13,00 tutti i giorni per informazioni.

Referente : Carla Ferrini, telefono 071 2222606 , e-mail :carla.ferrini@comune.ancona.it

Responsabile del Procedimento: Patrizia Eusebi; telefono 071 2222632

e-mail: patrizia.eusebi@comune.ancona.it,

PEC:edilizia.comune.ancona@emarche.it

Le pratiche relative al condono ( L. 47/1985, L. 724/94 e L. 326/2003) sono fascicoli e procedure a se stanti distinti dalle altre pratiche edilizie e possono essere visionate presso lU.O. Condono al 1° piano della sede centrale.

Orario di apertura: 9,30- 13,00 solo il lunedì e giovedì.

Referente: geom. Elisa Romagnoli, tel.071 2222425;

e-mail: elisa.romagnoli@comune.ancona.it.

PEC:edilizia.comune.ancona@emarche.it

REQUISITI DEL RICHIEDENTE

La richiesta di ricerca e/o visura può essere presentata utilizzando il modulo allegato dal proprietario, dal professionista incaricato (con delega) o da altri soggetti aventi titolo in base alla vigente normativa sull’accesso alla documentazione amministrativa (art. 22 e ss della Legge 241/90).

MODALITÀ DI RICHIESTA DI RICERCA E O VISURA

RICHIESTA DI VISURA DELLA PRATICA EDILIZIA :

Per VISURA si intende il controllo effettuato sul fascicolo edilizio richiesto al fine di verificare gli atti e i documenti presentati e depositati con la possibilità di chiederne copie.

La richiesta deve indicare l’atto cui si vuole accedere. Occorre, quindi, essere già in possesso dei relativi dati identificativi dell’atto abilitativo ritenuto di proprio interesse (numero/ anno/ protocollo). Dati che possono essere rintracciati nell’atto di compravendita o in precedenti documenti abilitativi in possesso della proprietà.

Ogni ricerca e/o visura è finalizzata ad un specifica unità immobiliare.

RICHIESTA DI RICERCA STORICA DELLE PRATICHE EDILIZIE CON SUCCESSIVA EVENTUALE VISURA:

In mancanza di dati o informazioni sull’immobile si può richiedere all’ufficio un’attività di ricostruzione storica dei vari interventi intervenuti nel tempo sulla singola unità immobiliare, con la possibilità di chiedere anche la visura del fascicolo.

Ogni ricerca e/o visura è finalizzata ad un specifica unità immobiliare.

Per tale tipo di ricerca è necessario allegare almeno la planimetria catastale e la visura catastale storica oppure eventuali atti di cessione della proprietà.

Si elencano le diverse opzioni per effettuare le ricerche storiche :

1- le informazioni princiapali possono ottenersi attraverso i servizi on line del Comune http://www.comune.ancona.gov.it/ankonline/sui/modulistica-edilizia/

2- Per le pratiche più datate (prima del 1997), le informazioni sono reperibili anche attraverso la consultazione dei registri generali, conservati al 4° piano Sportello Accesso Atti, ove è possibile procedere avendo i seguenti dati :

a- protocollo della pratica – ricerca sui registri cartacei che vanno dall’anno 1969 fino al 1993;

b- nome costruttore e/o proprietario – ricerca sulle rubriche delle licenze/concessioni rilasciate dal 1947 al 1997

3- Dopo il 1997 è possibile richiedere all’ufficio la ricerca informatica ( COMANCO_SIGLA_ICCS), avendo i seguenti dati: via e numero civico- estremi castatali ( foglio, mappale, subalterno) o della proprietà.

Con i risultati ottenuti si può richiedere la visura.

Si precisa :

Le pratiche edilizie in corso di istruttoria (non ancora rilasciate), possono essere visionate solo presso il tecnico istruttore incaricato dell’istruttoria della pratica, previo appuntamento da concordare con lo stesso via e-mail o per telefono.

Le pratiche di abitabilita/agibilità sono fascicoli a sè stanti e non sempre si trovano all’interno delle pratiche edilizie. In mancanza del riferimento preciso presentare apposita domanda di ricerca.

Le agibilità rilasciate prima del 1992 devono essere richieste lla Si.ra Farina, Viale della Vittoria 39, 3° piano , tel.071 222 2150 indicando comunque il numero della licenza edilizia.

Ai sensi dell’art. 329 del codice di procedura penale si ricorda che “Gli atti di indagine compiuti dal pubblico ministero e dalla polizia giudiziaria sono coperti dal segreto fino a quando l’imputato non ne possa avere conoscenza e, comunque, non oltre la chiusura delle indagini preliminari […]”

Per questo motivo non sono visionabili, durante una visura edilizia, i verbali di accertamento della Polizia Municipale.

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE

L’apposito modulo è scaricabile dalla presente guida tematica e può essere inoltrato:


1)
mediante PEC (posta elettronica certificata) esclusivamente  all’indirizzo pec: edilizia.comune.ancona@emarche.it

Allegando la documentazione in formato PDF/A e  firmata digitale. In caso di firma autografa allegare fotocopia di un documento di identità in corso di validità.


2)
mediante consegna a mano presso l’Ufficio protocollo al 1° piano della sede centrale o al 4  piano presso l’Ufficio Sui, nei giorni di martedì, mercoledì e venerdì dalle 9,30 alle 13,00. Unitamente alla richiesta deve essere allegata copia fotostatica non autenticata di un documento di identità del richiedente.

3) i tecnici incaricati hanno l’obbligo di inoltrare la richiesta utilizzando la procedura informatica all’uopo predisposta (Sito web),

ITER PROCEDURA

Presentata la richiesta, l’ufficio ne verifica la regolarità e completezza. Se la richiesta risulta carente (ad es. errata o non precisa indicazione dei dati anagrafici, numero di progetto, dati catastali, ecc.) l’ufficio tramite e-mail procede a richiedere i dati mancanti.
Completata l’indagine e trovati i fascicoli richiesti viene inoltrata una e-mail con l’indicazione della data e orario per prendere visione del fascicolo. Nel caso in cui la ricerca abbia dato esito negativo l’interessato viene comunque avvertito tramite e-mail o pec.

Il cittadino che non rispetti l’appuntamento assegnato può richiedere un nuovo appuntamento entro 10 giorni dalla data comunicata. L’ufficio assegnerà la prima data utile. Decorsi 10 giorni senza nessuna comunicazione da parte dell’utente la pratica verrà riposizionata in archivio e il procedimento potrà considerarsi concluso e la richiesta archiviata. Per accedere al fascicolo sarà pertanto necessario attivare una nuova richiesta con relativo pagamento dei diritti di ricerca e/o visura.

COSTI

Richiesta di visura: Euro 30,00 per ogni unità immobiliare (indipendentemente dal numero di atti abilitativi richiesti) ;


Richiesta di ricerca e visura: Euro 50,00 per ogni unità immobiliare.

Richiesta visura pratiche relative al condono: Euro 30,00 per ogni unità immobiliare

E’ PREVISTA UNA MAGGIORAZIONE DI  EURO 20,00 PER LE RICHIESTE URGENTI.

Per la richiesta di copia conforme occorre presentare domanda in bollo del valore vigente alla data della presentazione.Per il ritiro delle copie conformi occorre consegnare 1 marca da bollo per ogni foglio.

Per i pagamenti a favore della Direzione SUI si può utilizzare l’allegato bollettino postale oppure pagando l’importo dovuto direttamente allo sportello Banca Carige S.p.A in via Freddiani. Il pagamento può essere effettuato anche con bonifico bancario. Il codice Iban a cui far riferimento è il seguente: Comune di Ancona – Servizio Tesoreria Comunale

IBAN IT10R0617502607000000560590

Si raccomanda di inserire nella causale la voce” accesso agli atti – con indicata il nome del richiedente o numero dell’istanza di accesso comunicato dall’ufficio.
Presentare sempre l’attestazione dell’avvenuto pagamento (e non la semplice presa in carico da parte della banca) prima del ritiro del materiale richiesto.

TEMPI

Richiesta di visura con procedura d’urgenza: massimo 4 giorni lavorativi

I tempi di risposta sono normalmente sotto i 30 giorni previsti per legge, ma sono comunque strettamente collegati al numero di richieste pervenute e possono cambiare nei diversi periodi dell’anno.

RECLAMI E SUGGERIMENTI

Suggerimenti e reclami possono essere presentati attraverso lo sportello virtuale EURP al seguente link http://www.comune.ancona.it/eurp/index.php?id_sezione=42

Eventuali reclami possono essere presentati via e-mail al dirigente : giacomo.circelli@comune.ancona.it.

Regolamento recante individuazione degli interventi esclusi dall’autorizzazione paesaggistica o sottoposti a procedura autorizzatoria semplificata

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 13 febbraio 2017, n. 31

Regolamento recante individuazione degli interventi esclusi dall’autorizzazione paesaggistica o sottoposti a procedura autorizzatoria semplificata
GU n.68 del 22-3-2017

(in vigore da 06/04/2017 – link alla gazzetta ufficiale)

Vai al documento (DPR 13 febbraio 2017 n. 31)

Istanza di autorizzazione paesaggistica

Relazione paesaggistica semplificata

 

Modulistica Targhe e Tende da sole aggentanti su spazio pubblico

Modulistica


dall’art. 101 del Regolamento Edilizio

  1. Quando non nuocciano al libero transito o non impediscano la visuale in danno dei vicini, il sindaco può autorizzare dietro pagamento della relativa tassa e con l’osservanza delle condizioni che riterrà opportune, caso per caso, l’apposizione a porte e finestre di tende aggettanti sullo spazio pubblico;
  2. Tali tende sono di norma vietate nelle strade prive di marciapiede, tranne che non siano di esclusivo uso pedonale o lo consenta la particolare conformazione della viabilità;
  3. Nelle strade fornite di marciapiede l’aggetto di tali tende deve, di regola, essere inferiore di 50 cm. della larghezza del marciapiede;
  4. Le tende, le loro appendici ed i loro meccanismi non possono essere situati ad altezza inferiore a m. 2,20 dal suolo;
  5. Per immobili di interesse archeologico o storico o artistico il rilascio dell’autorizzazione è subordinato al nulla osta della competente soprintendenza;
  6. L’autorizzazione ad apporre tende di qualsiasi specie può essere revocata quando queste non siano mantenute in buono stato o pulite.

LA MODULISTICA DEVE ESSERE COMPILATA DAL RICHIEDENTE DELL’ISTALLAZIONE E NON DALLA DITTA CHE INVIA LA PRATICA

ANCONA ENTRATE DEVE AVERE I RIFERIMENTI DELLA PERSONA CHE FRUISCE DELL’ISTALLAZIONE