Bonus elettrico, gas, idrico 2021

Il Bonus Elettrico è l’agevolazione che riduce la spesa sostenuta dai clienti domestici per la fornitura di energia elettrica, pensato per garantire un risparmio sulla spesa annua a due tipologie di famiglie: quelle in condizione di disagio economico e quelle presso le quali vive un soggetto in gravi condizioni di salute mantenuto in vita da apparecchiature domestiche elettromedicali. Da ultimo la Legge 19 dicembre 2019, n. 157, ha innovato la disciplina in materia di bonus sociali prevedendo, tra l’altro al comma 5, che:

✓ a decorrere dal 1° gennaio 2021, i bonus sociali per la fornitura dell’energia elettrica e del gas naturale, di cui all’articolo 1, comma 375, della legge 23 dicembre 2005, n. 266, e all’articolo 3, commi 9 e 9-bis, del decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 gennaio 2009, n. 2, e le agevolazioni relative al servizio idrico integrato, di cui all’articolo 60, comma 1, della legge 28 dicembre 2015, n. 221, siano riconosciuti automaticamente a tutti i soggetti il cui Indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) in corso di validità sia compreso entro i limiti stabiliti dalla legislazione vigente;

✓ l’Autorità, con propri provvedimenti, sentito il Garante perla protezione dei dati personali, definisca le modalità di trasmissione delle informazioni utili da parte dell’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale (INPS) al Sistema informativo integrato (SII) gestito dalla società Acquirente unico Spa (Gestore del SII).

Il Bonus Gas è una riduzione sulle bollette del gas riservata alle famiglie a basso reddito e numerose. Il Bonus è stato introdotto dal Governo e reso operativo dalla delibera ARG/gas 88-09 dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas. Hanno diritto a usufruire dell’agevolazione quei clienti domestici che utilizzano gas naturale con un contratto di fornitura diretto o con un impianto condominiale se il loro indicatore ISEE non è superiore a 8.107,50 euro. Nel caso di famiglie numerose, l’ISEE non deve invece superare i 20.000 euro.

Il Bonus sociale idrico è stato introdotto in attuazione dell’art.60 del Collegato Ambientale (legge 221/2015).
I potenziali beneficiari del bonus sociale idrico sono le utenze domestiche residenti, in stato di disagi economico e sociale individuate dall’Autorità in coerenza con quanto previsto negli altri settori regolati sulla base dell’indicatore ISEE.

In particolare può richiedere il bonus sociale idrico qualsiasi cittadino appartenente:
– ad un nucleo familiare con ISEE fino a 8.265 €
– ad un nucleo familiare con ISEE non superiore a 20.000,00 € nel caso di famiglie con quattro o più figli a carico

Maggiori informazioni e modulistica sono disponibili sul sito dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente www.arera.it  e sul sito del Sistema di gestione delle agevolazioni sulle tariffe energetiche www.sgate.anci.it.

I cittadini residenti nel Comune di Ancona che intendono ottenere il bonus sociali per disagio economico, a partire dal 1 gennaio 2021, non dovranno più presentare domanda presso i Comuni o i CAF i quali non dovranno più accettare le domande. I Bonus saranno riconosciuti automaticamente ai nuclei familiari che ne hanno diritto. I cittadini  Per ottenere i bonus di disagio economico sarà, pertanto, sufficiente richiedere l’attestazione ISEE. Se il nucleo familiare rientrerà nelle condizioni che danno diritto al bonus, l’INPS, in conformità a quanto previsto dalla normativa sulla privacy, invierà i dati necessari al Sistema Informativo Integrato (SII) gestito dalla società Acquirente Unico, che provvederà ad incrociare i dati ricevuti con quelli relativi alle forniture di elettricità, gas ed acqua consentendo l’erogazione automatica del bonus agli aventi diritto.

Questa pagina ti è stata utile?

Clicca sulle stelle per dare una valutazione!

Average rating / 5. Conteggio voti:

Poichè hai trovato utile questo post...

Seguici sui social!

We are sorry that this post was not useful for you!

Let us improve this post!