PIANO ANTIGHIACCIO E NEVE, AVVIATO IL MONITORAGGIO NELLE ORE NOTTURNE.

Con il previsto abbassamento delle temperature e l’entrata nel pieno dell’inverno, l’Assessorato alla Protezione Civile ha predisposto il monitoraggio delle strade più soggette a gelate notturne.
Due squadre in reperibilità stanno verificando nottetempo lo stato dell’ Asse Nord-Sud (da via Bocconi all’uscita dell’Università nelle due carreggiate) e il tratto della Cameranense, pronte a richiedere l’intervento dei mezzi dedicati per mantenere in sicurezza il fondo stradale.

Il Comune di Ancona, come ogni anno, ha approntato il piano completo di intervento in caso di eventi meteorologici avversi.
Il piano neve – operativo dal 15 novembre al 15 aprile – suddivide il territorio comunale in 14 zone con 12 ditte convenzionate con l’Amministrazione comunale oltre a due squadre del magazzino comunale disponibili per il pronte intervento.
LE ORDINANZE IN VIGORE
Nel periodo di vigenza dell’obbligo i ciclomotori a due ruote e i motocicli, possono circolare solo in assenza di neve o ghiaccio sulla strada e di fenomeni nevosi in atto.
Si ricorda inoltre che con l’ordinanza n.32/2020 della Provincia di Ancona vige l’obbligo di circolazione con pneumatici da neve o mezzi antisdrucciolevoli a bordo dei veicoli transitanti lungo le strade provinciali durante il periodo invernale compreso tra il 15 novembre 2020 e il 15 aprile 2021.
L’obbligo di avere a bordo mezzi antisdrucciolevoli o catene da neve o pneumatici invernali idonei alla marcia su neve o ghiaccio sulle SS.PP della Provincia di Ancona, è rivolto a tutti i veicoli a motore, esclusi i ciclomotori a due ruote e i motocicli.
Tale obbligo ha validità anche oltre il periodo previsto in concomitanza al verificarsi di precipitazioni nevose o formazione di ghiaccio.
Inoltre è tuttora in vigore l’ordinanza dirigenziale del Comune di Ancona del 21 del febbraio 2018 che prevede in tutte le aree urbane del territorio comunale in caso di precipitazioni nevose e ghiaccio l’utilizzo di pneumatici invernali o sistemi antisdrucciolo.
La stessa ordinanza fissa anche i comportamenti da tenersi da parte della popolazione in occasione di precipitazioni nevose o in presenza di strade coperte da coltre nevosa o ghiaccio.
In tutte le aree urbane, commerciali ed artigianali del territorio comunale:
i proprietari, gli Amministratori di Condomini, i titolari di esercizi pubblici o commerciali o utilizzatori, a qualsiasi titolo, di edifici privati e loro pertinenze o terreni a qualunque scopo oggetto delle rispettive responsabilità, per tutto il fronte sulla strada pubblica degli immobili indicati, sui marciapiedi, o se il marciapiede non esiste sulle aree soggette a pubblico passaggio, sono obbligati (laddove trattasi di aree pubbliche) ovvero invitati (nel caso trattasi di aree private):
– allo sgombero della neve, alla rottura e/o copertura con materiale adatto del ghiaccio, nonché ad evitare lo spandimento di acqua che possa provocarne il congelamento;
– obbligati ad accumulare la neve od il ghiaccio in modo da non impedire la circolazione veicolare e pedonale, evitando di ostruire gli scarichi e i pozzetti stradali;
– ad aprire varchi in attraversamento della neve accumulata ai bordi della strada, in corrispondenza di caditoie prospicienti i fabbricati per facilitare il deflusso delle acque di scioglimento della neve;
– ad abbattere eventuali festoni di neve e/o lame di ghiaccio pendenti dai cornicioni dei tetti, dalle grondaie, sui balconi o terrazzi o su altre sporgenze che proiettano sulla pubblica via, nonché tutti i blocchi di neve o ghiaccio che possano scivolare, al fine di salvaguardare l’incolumità di pedoni o recare, in genere, pregiudizio per persone o cose.
Qualora si rendesse necessario provvedere alla rimozione della neve dai tetti, terrazze, balconi o, in genere, da qualunque sito elevato, la rimozione deve essere effettuata senza interessare il suolo pubblico.
Qualora ciò non sia obiettivamente possibile, le operazioni di sgombero e di abbattimento devono essere eseguite delimitando preliminarmente ed in modo efficace l’area interessata ed adottando ogni possibile cautela, non esclusa la presenza di persone addette alla vigilanza e/o movieri addetti alla regolazione del traffico.
Nei casi di particolare problematicità per il passaggio di pedoni o mezzi, dovrà essere dato avviso al Comando di Polizia Municipale.
La neve o il ghiaccio accumulato su marciapiede o area pubblica non dovrà ostruire il passaggio dei pedoni e dei mezzi;
– è vietato il deposito, sui marciapiedi, sulle vie e strade, o comunque su suolo pubblico, della neve accumulata in cortili o luoghi privati;
– i titolari e/o utilizzatori dei passi carrai debbono provvedere alla rimozione della neve dai rispettivi spazi di competenza;
– i proprietari e/o possessori e/o utilizzatori di aree in cui insistano piante o alberi, che a causa della neve possano minacciare pericolo o pregiudizio per persone e cose in transito sulla pubblica via, sono obbligati a provvedere alla rimozione della neve, al taglio dei rami e/o all’abbattimento degli alberi pericolosi. Nel caso in cui i rami o gli alberi, sotto il peso della neve, si siano rotti o spezzati e ingombrino o minaccino il pubblico passaggio, i medesimi soggetti di cui al precedente capoverso debbono provvedere a tagliare i rami o l’intero albero.