ISCRIZIONE NELLO SCHEDARIO DELLA POPOLAZIONE TEMPORANEA (DOMICILIO) –

=================================================

L’iscrizione nello Schedario della Popolazione Temporanea (art. 32 D.P.R. 223/1989) può essere richiesta dai cittadini italiani, comunitari o dagli stranieri, compresi gli eventuali componenti del rispettivo nucleo familiare, che dimorano nel comune da non meno di quattro mesi e che non sono nelle condizioni di chiedervi la residenza. Per dimora si intende la permanenza in un luogo per un certo periodo, limitato nel tempo (ad esempio per motivi di studio, lavoro, salute, famiglia, ecc…). L’iscrizione, concessa dopo i necessari accertamenti, non prevede il rilascio di certificazioni anagrafiche e decorre dalla data di presentazione dell’istanza.

Allo scadere dell’anno di iscrizione il cittadino sarà automaticamente cancellata dallo schedario della Popolazione Temporanea.

Se la  presenza nel territorio perdura oltre i  12 mesi, il cittadino non può più essere considerato temporaneo e, se continua a dimorare nel comune, egli deve chiedere l’iscrizione nell’Anagrafe nella Popolazione Residente, o chiedere la cancellazione dallo schedario della popolazione temporanea se cessa la dimora nel comune. Se l’interessato non provvede personalmente, l’ufficiale d’anagrafe, verificato il sussistere della dimora abituale, lo iscriverà d’ufficio o in caso contrario lo cancellerà.

Per quanto riguarda i cittadini dell’Unione Europea che non sono nelle condizioni di chiedere la residenza in Italia, come ad esempio gli studenti o i lavoratori distaccati, si potrà procedere all’iscrizione nello schedario della popolazione temporanea. L’iscrizione può essere richiesta trascorsi tre mesi dall’ingresso in Italia e può essere effettuata anche per periodi di soggiorno superiori ad un anno (circolare Ministero dell’Interno 18/2009), fermo restando l’obbligo di revisione annuale dello schedario, di cui all’art. 32 comma 4, del D.P.R. n. 223/1989, con le relative verifiche.

La revisione dello schedario della popolazione temporanea deve essere effettuata una volta l’anno allo scopo di eliminare le schede relative a persone non più dimoranti temporaneamente nel comune perché:

  • se ne sono allontanate o sono decedute;
  • vi hanno stabilito la dimora abituale (residenza).

Ogni iscrizione o cancellazione dallo schedario deve essere comunicata all’ufficiale di anagrafe del comune di residenza.

L’iscrizione nello schedario della popolazione temporanea esclude il rilascio di certificazioni anagrafiche che devono essere richieste solo al comune di residenza dell’interessato.

Possono richiedere l’iscrizione nello schedario della popolazione temporanea anche i cittadini italiani iscritti nell’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero (AIRE), purché in possesso dei requisiti richiesti.

Come e dove chiedere l’iscrizione

La richiesta, debitamente compilata e sottoscritta, può essere presentata in una delle seguenti modalità (tra loro alternative):

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE DICHIARAZIONI :

  • direttamente allo sportello dell’UFFICIO ANAGRAFE del Comune in Largo XXIV MAGGIO 1 – 60123 ANCONA – SOLO PREVIO APPUNTAMENTO :

RICHIESTO TELEFONICAMENTE AL NUMERO : 071/2222241 dal Lunedì al Venerdì dalle 10.00 alle 12.000

  • per FAX al numero 071/222 2109
  • per mail all’indirizzo info@comune.ancona.it
  • per pec  all’indirizzo:servizidemografici@pec.comune.ancona.gov.it
  • CONSEGNA DIRETTA AL PROTOCOLLO DEL COMUNE (pano terra Via XXIV MAGGIO 1 – 60123 ANCONA)

la trasmissione via FAX o per via telematica PREVEDE L’INVIO DELLA DICHIARAZIONE SCANSIONATA E FIRMATA DA TUTTI I COMPONENTI MAGGIORENNI CHE INTENDONO ISCRIVERSI NEL REGISTRO DELLA POPOLAZIONE TEMPORANEA UNITAMENTE ALLA COPIA DEI LORO DOCUMENTI DI IDENTITA’ E ALLA DOCUMENTAZIONE PREVISTA (sottoelencata) .

ELENCO DOCUMETAZIONE NECESSARIA DA ALLEGARE O DA PRESENTARE SE SI PRESENTA LA DICHIARAZIONE ALLO SPORTELLO

Cittadini italiani

istanza di iscrizione debitamente compilata in tutte le sue parti pena il mancato accoglimento;

documento di riconoscimento in corso di validità;

titolo di occupazione dell’immobile (contratto di affitto, autorizzazione del proprietario dell’immobile in caso di ospitalità, ecc…).

eventuale dichiarazione del proprietario con allegata copia documento di identità

Cittadini stranieri

istanza di iscrizione debitamente compilata in tutte le sue parti pena il mancato accoglimento

passaporto in corso di validità;

permesso di soggiorno in corso di validità;

titolo di occupazione dell’immobile (contratto di affitto, autorizzazione del proprietario dell’immobile in caso di ospitalità, ecc…).

eventuale dichiarazione del proprietario con allegata copia documento di identità

Cittadini dell’Unione Europea

istanza di iscrizione debitamente compilata in tutte le sue parti pena il mancato accoglimento

documento di riconoscimento in corso di validità;

tessera sanitaria europea (TEAM) o polizza sanitaria privata, entrambe valide per l’intera durata del soggiorno (un anno, da rinnovarsi per soggiorni ultra annuali dove possibili), che copra tutti i rischi sanitari;

titolo di occupazione dell’immobile (contratto di affitto, autorizzazione del proprietario dell’immobile in caso di ospitalità, ecc…);

eventuale dichiarazione del proprietario con allegata copia documento di identità

contratto di lavoro, anche stagionale, oppure certificato di attribuzione della partita IVA, oppure dimostrazione del possesso di risorse economiche personali o elargite da terzi, per se’ stesso e per eventuali propri familiari, sufficienti al mantenimento durante il periodo di soggiorno (l’importo è determinato sulla base del valore del sussidio sociale minimo previsto per l’anno in corso);

solo per gli studenti anche un certificato iscrizione ad un corso di studi o di formazione professionale, con indicazione della durata, presso istituti pubblici o privati riconosciuti.

PER INFORMAZIONI : 071/2222241 


Documenti da scaricare

Domanda di iscrizione nello schedario della popolazione temporanea

Dichiarazione proprietario