Sei qui
Home > Mare e Natura > Passetto > Il Passetto di Ancona

Il Passetto di Ancona

Nato negli anni ‘70, la caratteristica principale del rione del Passetto è quella di essere affacciato su un tratto di costa alta, godendo così dai principali luoghi pubblici e da gran parte delle abitazioni private di un’ampia vista sul mare e sulle rupi.

Il suo centro è piazza IV Novembre da cui sorge il Monumento ai Caduti della prima guerra mondiale: costruito in pietra d’Istria bianca, è opera di Guido Cirilli (1927-33). Da esso una monumentale gradinata conduce al mare.

Alla spiaggia si può scendere anche con un ascensore panoramico, “l’ascensore del Passetto” inaugurato la prima volta nel 1956, il 21 giugno del 2017 se ne inaugura il nuovo restyling firmato dallo studio di architettura Roccheggiani – Battistelli e dall’ingegnere Andrea Mondini dello studio Acale. La sostituzione del vecchio con il nuovo ascensore aumenta di molto la superficie vetrata, offrendo una suggestiva vista panoramica lato mare.

Quello che è dagli anni Cinquanta un simbolo per la città, è riconfermato nella sua doppia funzione di sistema di trasporto pubblico e di elemento architettonico che identifica la città su due fronti: quello del ‘belvedere’, meta di passeggiate e punto di aggregazione, e quello marino, ben visibile, grazie anche all’illuminazione, ai diportisti e ai traghetti e alle navi da crociera che arrivano e partono dal porto dorico”.

Il parco pubblico del rione è a picco sul mare, si estende a sud del Monumento ai Caduti e lungo il tratto di via Thaon De Revel che lo attraversa, si trova il Monumento al Cane, collocato dal Gruppo Cinofilo Anconitano. Su esso è posta la seguente scritta: “Ai nostri amici d’ogni tempo e d’ogni paese dagli umili ai campioni che con perfetto amore a noi tutto donarono chiedendo solo affetto

Il parco comprende un’area di 13mila metri quadrati tra la pista di pattinaggio, i laghetti e le piscine comunali.

La zona dei laghetti del Passetto, frequentata da generazioni di anconetani fin dagli anni Sessanta del secolo scorso, è stata riqualificata nella sua totalità nel corso del 2018 e ultimata nel mese di aprile 2019 vedendone l’inaugurazione il 1° giugno 2019.

I lavori hanno riguardato anche la ridefinizione dei percorsi pedonali e carrabili con una nuova pavimentazione ecologica (già presente al parco della Cittadella e al parco Belvedere di Posatora) e la ridefinizione degli spazi gioco per bambini con l’inserimento di attrezzature inclusive per permettere a bambini con abilità e capacità diverse di giocare insieme, interagire e utilizzare insieme i giochi nel parco.

I laghetti sono composti da tre vasche a quote altimetriche distinte e comunicanti attraverso “salti di quota”, per produrre continuo movimento dell’acqua e il rumore delle cascatelle.

Altra zona a verde pubblico è la Pineta del Passetto, uno dei polmoni verdi della città di Ancona
L’area è caratterizzata da verdeggianti pini sotto ai quali è possibile rilassarsi seduti su panchine di pietra, ammirando il mare sottostante.
Questo luogo è ideale per iniziare la passeggiata “da mare a mare” dal Passetto al Porto di Ancona, attraversando così alcuni dei punti più caratteristici della città.

Situato nella Pineta del Passetto e in prossimità dell’ascensore panoramico si trova il parco giochi all’aperto, in attività dal 1952.

Trenino su rotaia, calciobalilla, videogames, pista automobiline e altro ancora

Parco giochi del Passetto


Monumento al Cane

Top