Sei qui
Home > Tipicità gastronomiche > Gnocchi alla papera

Gnocchi alla papera

Gnocco è un termine di epoca medioevale, deriva da nocca, per definire  qualunque impasto di forma tondeggiante

In origine erano a base di pane raffermo (di grandi dimensione e spesso serviti in brodo come i canederli), o realizzati con un impasto di farina e acqua oppure di semolino; quelli di patate si diffondono invece più tardi a partire dalla fine del  ‘700.

Per fare gli Gnocchi buoni  importantissima è la scelta della patata: deve essere asciutta


Ingredienti per gli gnocchi 

1 kg di patate
300 gr. farina tipo 00
1 uovo medio
Sale fino

Preparazione

Posare la farina su una spianatoia e sbattere l’uovo insieme a un pizzico di sale. Pelare le patate già lessate, schiacciarle sulla farina con l’apposito schiacciapatate e versarci sopra l’uovo sbattuto. Il tutto va quindi impastato con le mani fino ad ottenere un composto compatto e morbido. Poi si dà la forma allo gnocco: prelevare una parte dell’impasto e stenderla con le dita fino a ottenere dei filoni. Tagliare il filone a tocchetti e schiacciarne ognuno con il pollice per dare la forma caratteristica. Immergere gli gnocchi nell’acqua bollente e toglierli man mano che vengono a galla.

 

Ingredienti per il condimento

Olio extravergine di oliva
½ sedano
2 carote
1 cipolla di rossa di Tropea
Salsa di pomodoro
Peperoncino
1 anatra intera

Preparazione del condimento

Tritare sedano, carota e cipolla per fare un soffritto con l’olio. Nel frattempo pulire e tagliare l’anatra a pezzi. Una volta pronto il soffritto unirvi l’anatra e rosolare a fuoco alto per 5 minuti circa, quindi aggiustata di sale e pepe. Sfumare con il vino bianco e aggiungere la salsa di pomodoro. Cuocere per 2 ore a fuoco lento.

Top