Sei qui
Home > news > KA – Nuovo Immaginario Migrante

KA – Nuovo Immaginario Migrante

Festival Ka 2019 – Frontiere || I^ edizione

 

Ridotto Teatro delle Muse -10 giugno ore 21.00

EduKA

Introduce Roberto Paganelli
Ospite Andrea Nobili

In collaborazione con Garante regionale dei diritti della persona, I’Istituto Comprensivo Savoia Benincasa Liceo Linguistico – classi IIBL e IICL e con i formatori Roberto Paganelli, Evelyn Puerini e Laura Nanni.

Ingresso gratuito

programma 10 giugno


La Mole Arena Cinema —  20 giugno ore 21.00

Giornata Mondiale del Rifugiato

La Consegna

Introduce Simona Marini
Ospiti Ass. Paolo Marasca, Suranga Deshapriya Katugampala, Enrica Serrani, Laura Traversi e Amedeo Siragusa

In collaborazione con Cineteca di Bologna, Archivio delle Memorie Migranti (AMM), Associazione Amici Di Giana, Fond. Pianoterra Onlus e Premio Mutti*

Il Premio Mutti – Promosso da Fond. Cineteca di Bologna insieme ad Ass. Amidi di Giana, Archivio delle Memorie Migranti (AMM), Fond. Pianoterra Onlus.

Ingresso gratuito

Regia Suranga Deshapriya Katugampala / Italia, 2017, 16’
Produzione Okta Film

Sinossi Una telefonata inattesa scombussola i piani di Gaia e il suo papà. In un pomeriggio d’estate, la consegna di un pacco tra le montagne della Lessina s trasforma in una piccola avventura, dove ordinario e straordinario si confondono.

Per un figlio

Regia Suranga Deshapriya Katugampala / Italia, 2016, 74′
Produzione Gina Films

Sinossi Provincia del nord Italia. Sunnita, una donna srilankese, divide le sue giornate tra il lavoro di badante e un figlio adolescente. Fra loro regna un silenzio pieno di tensioni e conflitti. Il figlio, cresciuto in italia, tenta un’ibridazione culturale difficile da capire per la madre, che lotta per vivere in un paese a cui non vuole appartenere.

In caso di maltempo

La Mole Auditorium O. Tamburi – Ancona — www.lamoleancona.it
Ingresso Gratuito

programma 20 giugno


La Mole Arena Cinema — 27 giugno ore 21.00

Anote’s Ark

Introduzione di Direzione Artistica KA
Ospite Water Grabbing Observatory Marirosa Iannelli

In collaborazione con CinemAmbiente di Torino

Ingresso gratuito

Regia Matthieu Rytz / Canada, 2018, 77’
Produzione EyeSteelFilm

Sinossi Lo Stato di Kiribati, arcipelago del pacifico centrale, rischia di essere ingoiato dalle acque del mare, il cui livello va progressivamente alzandosi a causa dei repentini cambiamenti climatici. Sullo sfondo del dibattito nazionale sull’ambiente e degli appelli perché le migrazioni causate dal clima siano riconosciute come questione urgente in materia diritti umani, la lotta del presidente Anote Tong per salvare la sua nazione si intreccia con il destino della giovane Semerary. Mentre il primo, con tenacia, sostiene i negoziati internazionali sul clima e persino indaga la possibilità di costruire città sottomarine, la ragazza, madre dei figli, si dibatte nella decisione di lasciare l’unica cultura che conosce per ricominciare in Nuova Zelanda. Il ritratto di un popolo dalla grazia e forza di carattere straordinarie, determinato ad affrontare la sfida a testa alta.

In caso di maltempo:
Ridotto Teatro delle Muse – h 21.00 – www.marcheteatro.it
Ingresso Gratuito

programma 27 giugno


La Mole Arena Cinema — 28 giugno ore 21.00

Benzine

Introduzione Direzione artistica KA
Ospiti Tareke Brhane e Sarra Abidi

Prima nazionale con sottotitoli a cura Ka – Nuovo Immaginario Migrante

Ingresso gratuito

Regia Sarra Abidi/ Emirati Arabi Uniti, 2017, 90’
Produzione Ali Ben Abdallah Sinergy

Sinossi Salem e Halima non hanno notizie del figlio Ahmed che è partito illegalmente verso l’Italia. E vivono in uno stato di estrema sofferenza. Il film ambientato nel sud-est della Tunisia, dove Ahmed vende benzina di contrabbando lungo la strada verso la Libia. Un giorno Ahmed decide di partire clandestinamente verso l’Italia e per mesi non dà notizie di sé alla famiglia. Storie e supposizioni circolano sul suo destino, e attraverso la storia di questi genitori in attesa noi leggiamo la precarietà degli itinerari di vita dei giovani tunisini, e delle loro famiglie che vivono il silenzio di queste assenze. Verrà trovato, alla fine, il loro figlio? Sarà vivo o morto?

In caso di maltempo:
Ridotto Teatro delle Muse – h 21.00 – www.marcheteatro.it
Ingresso Gratuito

programma 28 giugno


La Mole Foyer Auditorium O. Tamburi — 29 giugno ore 19.00

KAbook — La legge del mare. Cronache dei soccorsi nel Mediterraneo

Introduzione Valentina Giuliodori
Ospiti Annalisa Camilli

Ingresso gratuito

La legge del mare. Cronache dei soccorsi nel Mediterraneo a cura dell’autrice Annalisa Camilli
Editore Rizzoli / Collana Saggi Italiani

Sinossi Le Ong impegnate nel mediterraneo per soccorrere i migranti erano considerate il simbolo della società civile europea pronta all’accoglienza. Poi qualcosa cambia, nel 2017, il discorso pubblico viene deviato: gli angeli diventano vicescafisti, le loro navi taxi del mare. Un processo di criminalizzazione segnato da tappe precise: un dossier dall’agenzia europea Frontex, una campagna mediatica, la commissione d’indagine del Senato, poi le accuse (per lo più archiviate) di alcune procure siciliane, i sequestri delle navi, infine le dichiarazioni dei politici di casa nostra e di esponenti della sovranista in tutta Europa. Fino allo stallo dei porti chiusi via Twitter, ai casi dell’Aquarius e della diciotti, alla guerra di posizione sulla redistribuzione dei migranti che segna ogni giorno il dibattito politico italiano ed europeo. Il libro ripercorre le fasi di questa evoluzione, partendo da Josefa, la donna camerunense salvata dalla nave Open Arms nel Luglio 2018, e dalla strumentalizzazione della foto delle sue unghie smaltate di rosso. Annalisa Camilli, giornalista di internazionale da anni impegnata a seguire le rotte delle migrazioni verso l’Europa, racconta questo processo, portandoci a bordo delle navi dei soccorritori, spiegandoci chi sono, come operano e in che modo finanziano le loro attività. Un viaggio necessario per capire che la legge del mare ha un unico obiettivo: salvare la vita di chi rischia di sparire tra le onde. Le Ong impegnate nel Mediterraneo per soccorrere i migranti erano considerate il simbolo della società civile europea pronta all’accoglienza, quella della solidarietà e degli striscioni “Refugees Welcome”, che aveva scelto di non abdicare al proprio ruolo dopo il conflitto in Siria e l’esodo legato al fallimento delle primavere arabe. Poi qualcosa è cambiato. Nel 2017, nel giro di pochi mesi, il discorso pubblico è stato deviato: gli angeli sono diventati vicescafisti, le loro navi taxi del mare. Un processo di criminalizzazione segnato da tappe precise: un dossier dell’agenzia europea Frontex, una campagna mediatica, la commissione d’indagine del Senato, poi le accuse (perlopiù archiviate) di alcune procure siciliane, i sequestri delle navi, infine le dichiarazioni dei politici di casa nostra e di esponenti della destra sovranista di tutta Europa. Fino allo stallo dei porti chiusi via Twitter, ai casi della Aquarius e della Diciotti, alla guerra di posizione sulla redistribuzione dei migranti che segna ogni giorno il dibattito politico italiano ed europeo. La legge del mare ripercorre da vicino le fasi di questa evoluzione, partendo da Josefa, la donna camerunense salvata dalla nave Open Arms nel luglio 2018, e dalla strumentalizzazione della foto delle sue unghie smaltate di rosso. Annalisa Camilli, giornalista di “Internazionale” da anni impegnata a seguire le rotte delle migrazioni verso l’Europa, racconta la caduta degli angeli del mare, la loro messa sotto accusa, l’origine della propaganda contro le Ong che contamina l’informazione in Rete e il dibattito pubblico. Lo fa portandoci a bordo delle navi dei soccorritori, spiegandoci chi sono davvero, come operano e in che modo finanziano le loro attività.

La Mole Arena Cinema — 29 giugno ore 21.00

Iuventa

Introduzione Valentina Giuliodori
Ospiti Annalisa Camilli

Ingresso gratuito

Regia Michele Cinque / Italia, Germania, 2018, 84’
Produzione Lazy Film

Sinossi Il film documentario Iuventa racconta gli eventi di un anno cruciale della vita di un gruppo di giovani europei, tutti con differenti ruoli impegnati nel progetto umanitario della Ong Jugend Rettet: dal prima viaggio della nave Iuventa nel Mediterraneo fino alle pesanti accuse che oltre un anno dopo hanno portato al sequestro preventivo della nave nell’ambito di un’indagine sull’immigrazione clandestina. La narrazione del film è costruita a partire dalla prima missione della Iuventa: dalla partenza dal porto di Malta al ritorno della nave al porto di Valletta dopo 15 giorni in mare in cui sono state salvate oltre 2000 persone. Dopo la prima missione il film ci porta a Berlino e in Italia dove il futuro di Jugend rettet viene messo in discussione. Iuventa, proprio per la giovane età dei protagonisti, è una sorta di racconto di formazione: il trovarsi davanti all’orrore della tragedia che si consuma quotidianamente nel Mediterraneo e la graduale presa di conoscenza della complessità dei problemi socio politici connessi al grande tema dell’immigrazione portano i giovani protagonisti a mettere in dubbio il senso dell’itero progetto che, in qualche modo, determina per loro la perdita dell’innocenza.

In caso di maltempo:
Ridotto Teatro delle Muse – h 21.00 – www.marcheteatro.it
Ingresso Gratuito

programma 29 giugno


Top