CERTIFICAZIONI STORICHE (CERTIFICATI ATTESTANTI SITUAZIONI ANAGRAFICHE PREGRESSE)

 

Sono attestazioni che riguardano situazioni e dati “pregressi” (cioè non riferiti al periodo attuale), conservati negli archivi anagrafici del Comune.

Possono essere certificati:

  • STATO DI FAMIGLIA ORIGINARIO ( riferito alla composizione della famiglia anagrafica alla data di istituzione dello stato di famiglia)
  • STATO DI FAMIGLIA STORICO AD UNA DETERMINATA DATA ( riferito alla composizione della famiglia anagrafica alla data indicata dal richiedente)
  • STATO DI FAMIGLIA STORICO RIFERITO AD UN DETERMINATO PERIODO DI TEMPO ( riferito alla composizione della famiglia anagrafica e ai movimenti in essa intervenuti nel periodo indicato dal richiedente)
  • CERTIFICATO DI RESIDENZA STORICO ( riporta tutti i cambi di indirizzo relativi alla residenza nel Comune dalla data di prima iscrizione fino alla data della domanda)

Per la richiesta del certificato di stato di famiglia originario o storico si ritiene di dover evidenziare quanto segue:

  •  Il certificato anagrafico indica,  previa espressa richiesta, l’indicazione dei gradi di parentela, limitatamente ai rapporti dei componenti della famiglia con l’intestatario della scheda anagrafica, così come previsto dalle Circolari del Ministero dell’Interno n. 11/1996 e n. 3/1997

 

  • La funzione del certificato anagrafico storico non è quella di dar conto di un albero genealogico idoneo a dimostrare relazioni parentali (e/o eventuali eredi) ma solo di chi si trovava dimorante abitualmente in un determinato posto (indirizzo) in un certo momento: attuale (all’atto del rilascio del certificato) o nel passato (in una certa data).
  • Non si tratta di attestazioni relative agli eredi

 

  •  Ogni richiesta deve essere motivata al fine dimostrare un interesse finalizzato alla tutela di situazioni giuridicamente rilevanti

 

  • La  PATERNITA’ e MATERNITA’ ai sensi e per gli effetti dell’art. 3 del DPR 2 maggio 1957 n. 432 come risulta dagli archivi anagrafici DEVONO ESSERE RICHIESTI e possono essere indicati SOLO per l’esercizio di doveri o diritti derivanti dallo stato di legittimità o di filiazione e SOLO dall’interessato. 

Cosa occorre :

  • Apposita istanza redatta ATTRAVERSO IL MODULO IN ALLEGATO 

Chi può richiederli :

Chiunque sia titolare di un interesse giuridicamente tutelato all’accesso a tali informazioni (art. 35 DPR 223/1989 – art. 22 comma 1 lettera b legge 241/1990). Nell’istanza da presentare agli uffici dovrà essere dichiarato tale interesse, in assenza del quale la richiesta verrà considerata inammissibile.

Come richiederli :

 MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA RICHIESTA – La richiesta può essere presentata utilizzando una delle seguenti modalità:

  • direttamente agli sportelli dell’Ufficio Anagrafe del Comune in Largo XXIV Maggio 1 –     60123 Ancona  SOLO PREVIO APPUNTAMENTO richiesto al numero : 071/2222248 – 071/2222246

 

  • INOLTRO ON-LINE

all’indirizzo  PEC  servizidemografici@pec.comune.ancona.gov.it

all’indirizzo mail info@comune.ancona.it

in questo caso il modulo deve essere in formato PDF sottoscritto digitalmente o a mano allegando copia del documento di identità del firmatario

 

N.B. La richiesta di certificazione, debitamente firmata, deve riportare con chiarezza cognome e nome, luogo e data di nascita del richiedente e deve essere sempre accompagnata da copia del documento di identità.

 

*La certificazione può essere richiesta per posta, completando il modulo in tutte le sue parti, allegando allo stesso, oltre il documento di riconoscimento :

marca da bollo da euro 16,00

euro 0,52 in contanti per diritti di segreteria (euro 0,26 per certificazioni in esenzione da imposta di bollo**)

busta affrancata per l’invio del certificato

**per l’esenzione dall’imposta di bollo deve essere indicata la specifica norma di riferimento.

MODALITA’ DI VERSAMENTO PER RICHIESTE INVIATE VIA POSTA, MAIL E PEC

La marca da bollo può essere pagata, unitamente ai diritti di segreteria, direttamente con versamento nel Conto Corrente del Comune di Ancona, mediante

BONIFICO BANCARIO

Le coordinate del conto di tesoreria intestato all’Ente presso Banca Intesa S.p.A. su cui accreditare le somme specificando chiaramente nella disposizione la causale e il soggetto tenuto al versamento sono:

COMUNE DI ANCONA – SERVIZIO TESORERIA

Intesa San Paolo S.p.A.

IBAN: IT62S0306902609100000046082

(coordinate bancarie attive dal 01/01/2021)

 

Tempi di rilascio
•  Per situazioni e dati antecedenti al 25.01.2021 30 GIORNI  
•  Per situazioni e dati successivi al 25.01.2021: 15 GIORNI

Tempi di rilascio per posta 30 giorni dal ricevimento della richiesta

 

Costi:

€ 0,26 per diritti di segreteria (per certificazioni con esenzione dall’imposta di bollo);

€ 16,52 di cui euro 16,00 per imposta di bollo e 0,52 per diritti di segreteria

diritti di segreteria € 5,16 per ogni nominativo che compare sul certificato. Se il certificato è esente i diritti si riducono a € 2.58 – da pagare al momento del ritiro del certificato

ALLEGATI :

modulo richiesta certificati storici

ATTENZIONE

* La pubblica amministrazione e i gestori di pubblici servizi non possono  richiedere ai cittadini i certificati sopra elencati ma dovranno limitarsi ad accettare le autocertificazioni o acquisire i dati direttamente facendosi indicare dall’interessato gli elementi necessari. La mancata accettazione dell’autocertificazione costituisce violazione dei doveri d’ufficio.

Con la modifica apportate dall’art. 30 bis  Decreto Legge n. 76/2020, convertito con Legge n. 120/2020 (cd. “Decreto Semplificazioni”) all’art. 2 del DPR n.445/2000 (in vigore dal 15  settembre 2020) anche i PRIVATI senza alcuna distinzione (banche, assicurazioni ecc) sono tenuti ad accettare le autocertificazioni. Modifiche sono state apportate anche alle disposizioni contenute nell’art. 71, comma 4 citato dpr, in materia di controlli.

Informativa privacy art. 13 e 14 Regolamento UE n. 2016/679