CERTIFICAZIONI DELLO STATO CIVILE

E’ possibile richiedere all’Ufficio di Stato Civile certificati, estratti per riassunto di atti di Stato Civile da chi vi abbia un giustificato interesse, purché il rilascio non sia vietato dalla legge (artt. 106 e 107 del D.P.R. n. 396/2000)

Chi può inoltrare la richiesta :

La richiesta può essere inoltrata dall’interessato a cui l’atto di riferisce (o da persona da egli incaricata), allegando il documento d’identità.

La richiesta fatta da terze persone va corredata dell’indicazione dei motivi per le quali l’atto si richiede, indicando le generalità della persona della quale si richiede il certificato allegando copia del documento di identità del richiedente e delega dell’intestatario se diverso dal richiedente.

E’ OBBLIGATORIO ALLEGARE IL DOCUMENTO D’IDENTITA’

Come e dove fare richiesta :

I certificati e gli estratti per riassunto possono essere richiesti in uno dei seguenti modi:

  •  previa prenotazione con le seguenti modalità:

Accedendo al portale CLICCA QUI

Telefonicamente dal lunedì al venerdì, dalle 8.00 alle 14.00 e martedì e giovedì, dalle 14.30 alle 17.30 071/ 2222283

  • tramite posta elettronica agli indirizzi:

email: info@comune.ancona.it

pec: servizidemografici@pec.comune.ancona.gov.it

  • per posta ordinaria a:
    Ufficio di Stato Civile – Direzione S.C.ALE.S.
    Comune di Ancona
    Largo XXIV Maggio, 1
    60121 Ancona;

 nella sezione ALLEGATI in fondo alla pagina la modulistica

Richiesta di invio del certificato o estratto via posta ordinaria:

In Italia: inviare richiesta scritta a mezzo posta all’indirizzo email info@comune.ancona.it o PEC servizidemografici@pec.comune.ancona.gov.it  con allegato copia del documento d’identità del richiedente, indicazione dell’indirizzo a cui inviare il documento e busta affrancata completa di indirizzo per il ritorno

All’estero: inviare richiesta scritta a mezzo email  info@comune.ancona.it o PEC servizidemografici@pec.comune.ancona.gov.it   con allegato copia del documento d’identità del richiedente, indicazione dell’indirizzo estero a cui inviare il documento e busta affrancata completa di indirizzo per il ritorno

 

Costo del documento :
Il rilascio è gratuito (salvi i costi di spedizione a carico del richiedente)

 

ATTENZIONE: DAL 01.01.2012 I CERTIFICATI EMESSI DAL COMUNE NON SONO VALIDI E UTILIZZABILI PER I RAPPOSTI CON LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI (QUESTURA,PREFETTURA MOTORIZZAZIONE) E CON I PRIVATI GESTORI DI PUBBLICI SERVIZI (ES. Rai, Enel, ). LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI E I GESTORI NON POSSONO PIù RICHIEDERLI AI SENSI DELL’ART. 15 L.183/2021:ACCETTARLI COSTITUTISCE VIOLAZIONE DEI DOVERI D’UFFICIO.

Nei rapporti con la Pubblica Amministrazione e i gestori di pubblici servizi i certificati e gli atti di notorietà sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni di cui agli articoli 46 e 47 del DPR 445/2000.

Pertanto tutti i certificati rilasciati dal Comune riporteranno la seguente dicitura:

“il presente certificato non può essere prodotto agli organi della pubblica amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi” (comma 2 dell’articolo 40 DPR 445/2000).

Con il d.L. n.76/2020, convertito con L. n.120/2020, sono state apportate importanti modifiche all’art.2 del d.P.R. n.445/2000, ed è stato introdotto L’OBBLIGO ANCHE PER I PRIVATI DI ACCETTARE L’AUTOCERTIFICAZIONE.

Di conseguenza chiunque potrà richiedere una semplice comunicazione o un accesso telematico ai dati qualora ciò sia richiesto per la verifica delle dichiarazioni sostitutive di certificazione dei cittadini.

La richiesta dovrà riportare un esplicito riferimento all’autocertificazione (art. 46 del d.P.R. n.445/2000) e ai successivi controlli previsti dall’art. 71. Eseguire controlli significa poter avere sia la conferma del dato sia il dato corretto o integrato qualora quanto riportato dal cittadino si riveli errato o incompleto. Naturalmente, come già avviene tra le P.A., si potrà comunque rilasciare un’informativa o un certificato, ricordando però che tale modalità è semplicemente sostitutiva o integrativa della verifica dell’autocertificazione, e deve sempre essere totalmente gratuita.

Dal punto di vista dei controlli sulle autocertificazioni, trovano applicazione anche ai privati le nuove disposizioni introdotte all’art. 71 del d.P.R. n.445/2000, relative ai controlli. Il nuovo comma 1 prevede, infatti, un’attenuazione dell’obbligo di controlli, che ora dev’essere proporzionato “al rischio e all’entità del beneficio”: “Le amministrazioni procedenti sono tenute ad effettuare controlli idonei anche a campione in misura proporzionale al rischio e all’entità del beneficio, e nei casi di ragionevole dubbio, sulla veridicità delle dichiarazioni di cui agli artt. 46 e 47, anche successivamente all’erogazione dei benefici, comunque denominati, per i quali sono resi le dichiarazioni.”.ù

 

L’autocertificazione ha la medesima validità dei certificati che sostituisce.

Per scaricare il modulo dell’autocertificazione di nascita, matrimonio, morte consultare la pagina https://www.comune.ancona.gov.it/ankonline/dichiarazioni-sostitutive-di-certificazione/

 

I certificati

I certificati di nascita, matrimonio e morte possono essere sostituiti con una autocertificazione ai sensi dell’art. 46 del D.P.R. 445/2000, che devono essere obbligatoriamente accettati dagli enti pubblici o dai gestori di pubblico servizio, e, con le modifiche apportate al d.P.R. n.445/2000 dal d.L. n.76/2020, convertito con L. n.120 del 11/09/2020, anche dai privati.

I certificati di nascita, matrimonio, unione civile e morte certificano il numero dell’atto del registro di stato civile, nome cognome, luogo e data di nascita, luogo e data dell’evento di una persona e vengono rilasciati dall’ufficiale dello stato civile del Comune che ha registrato o trascritto l’evento.

Gli estratti

Gli estratti di nascita, matrimonio e morte certificano, oltre che i medesimi dati sopra descritti per i certificati, le eventuali annotazioni.

Nell’estratto di nascita le annotazioni certificabili sono, ad esempio, quelle relative a: apertura/chiusura amministrazione di sostegno, matrimonio, divorzio, morte, acquisto/perdita e riacquisto cittadinanza italiana, ecc..

Nell’estratto di matrimonio le annotazioni certificabili sono ad esempio quelle relative a convenzioni patrimoniali, divorzio, ecc..

Se il richiedente dell’estratto non è il diretto interessato, un genitore del minore, il tutore o amministratore di sostegno, la richiesta deve essere presentata in forma scritta.

Evento nascita :
– per nascita avvenuta nel Comune di Ancona;
– per nascita avvenuta altrove trascritta nei registri di Stato Civile del Comune di Ancona (di norma questo avviene se la madre era residente nel Comune di Ancona al momento della nascita).

Gli estratti per riassunto degli atti di nascita, relativi a persone nei cui confronti sia stato pronunciato un provvedimento, ancora in essere, di interdizione, inabilitazione o amministrazione di sostegno, sono rilasciati con le predette annotazioni, salvo i casi nel caso in cui tale provvedimento sia stato successivamente revocato o sia stata chiusa l’amministrazione di sostegno.

Evento matrimonio :
– per matrimonio avvenuto nel Comune di Ancona;
– per matrimonio avvenuto altrove, ma trascritto nei registri di Stato Civile del Comune di Ancona (di norma l’atto viene trascritto se almeno uno degli sposi era residente nel Comune di Ancona al momento del matrimonio).

Evento morte :
– per decesso avvenuto nel Comune di Ancona;
– per decesso avvenuto altrove, ma trascritto nei registri di Stato Civile del Comune di Ancona (di norma l’atto viene trascritto se al momento della morte il deceduto aveva la residenza nel Comune di Ancona).

Estratti di nascita con generalità dei genitori

Il rilascio di estratti di nascita con indicazione della paternità e della maternità, regolato dall’articolo 3 del d.P.R. 432/1957, è consentito soltanto a richiesta dell’interessato per l’esercizio di diritti o l’adempimento di doveri derivanti dallo status di figlio.

Quando l’interessato è minorenne, il rilascio si effettua su richiesta del genitore esercente la potestà o dal tutore.

In via eccezionale vengono rilasciati estratti di nascita con l’indicazione della paternità e della maternità a soggetti maggiorenni diversi da quelli sopra indicati, che siano muniti di delega scritta ad essi rilasciata dall’interessato, a cui sia allegata la fotocopia di un documento d’identità valido dell’interessato stesso.

Le medesime indicazioni valgono per il rilascio degli estratti di nascita su modello plurilingue, in quanto riportano sempre l’indicazione della paternità e della maternità.

I certificati plurilingue

Il certificato plurilingue è un  un modello specifico redatto  in più lingue che può essere utilizzato all’estero, nei paesi che hanno aderito alla Convenzione di Vienna del 1976. Serve per provare la  data e il luogo di nascita, di matrimonio o di morte di una persona.
Possono essere rilasciati su modello plurilingue solo se l’atto di cui è estratta la copia è registrato presso lo stato civile del Comune di Ancona :

  • estratto di nascita
  • estratto di matrimonio
  • estratto di morte

E’ un documento che non necessita per il suo uso nei paesi esteri convenzionati di traduzione e legalizzazione.

 

NOTA BENE Gli archivi dell’ Ufficio di Stato Civile del Comune di Ancona relativi ai registri di nascita, matrimonio e morte decorrono dall’anno 1866, in esecuzione del Regio Decreto del 15 novembre 1865, n. 2602, sull’istituzione e ordinamento dello Stato Civile dei Comuni.E’ pertanto inammissbile qualsiasi richiesta volta ad ottenere certificazioni anteriori a detta data: inoltre di ricorda che gli atti parrocchiali hanno immediata efficacia giuridica purchè completi delle necessarie autenticazioni da parte della Cancelleria Diocesana, secondo quanto disposto dal Regio Decreto n. 2602 del 15 novembre 1865.

Normativa di riferimento:
– D.P.R. n. 396 del 3 novembre 2000 “Regolamento per la revisione e la semplificazione dell’ordinamento dello stato civile, e circolari integrative
– D.Lgs. n. 196 del 30 giugno 2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali”
– D.M. dell’Interno del 27 febbraio 2001 “Tenuta dei registri dello stato civile nella fase antecedente all’entrata in funzione degli archivi informatici”
– Art. 450 Codice Civile

 

A chi rivolgersi :

Dott.Pambianco Luca
Largo XXIV Maggio n. 1 piano Terra – sede Municipale Ufficio Stato Civile

Telefono: 0712222115 dal Lunedì al Venerdì dalle ore 10 alle ore 12
Responsabile Unità Operativa: Dott. Coraducci Paolo
Dirigente: Dott.ssa Calabrese Paola

 

Allegati

MODULO CERTIFICATO