RICHIESTA BONUS ELETTRICO,BONUS GAS E BONUS IDRICO 2018

Il Bonus Elettrico è l’agevolazione che riduce la spesa sostenuta dai clienti domestici per la fornitura di energia elettrica. Introdotto dal Governo con D.M. 28/12/2007, il Bonus è stato pensato per garantire un risparmio sulla spesa annua per l’energia elettrica a due tipologie di famiglie: quelle in condizione di disagio economico e quelle presso le quali vive un soggetto in gravi condizioni di salute mantenuto in vita da apparecchiature domestiche elettromedicali.

Il Bonus Gas è una riduzione sulle bollette del gas riservata alle famiglie a basso reddito e numerose. Il Bonus è stato introdotto dal Governo e reso operativo dalla delibera ARG/gas 88-09 dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas. Hanno diritto a usufruire dell’agevolazione quei clienti domestici che utilizzano gas naturale con un contratto di fornitura diretto o con un impianto condominiale se il loro indicatore ISEE non è superiore a 8.107,50 euro. Nel caso di famiglie numerose, l’ISEE non deve invece superare i 20.000 euro.

Il Bonus sociale idrico è stato introdotto in attuazione dell’art.60 del Collegato Ambientale (legge 221/2015).

I potenziali beneficiari del bonus sociale idrico sono le utenze domestiche residenti, in stato di disagi economico e sociale individuate dall’Autorità in coerenza con quanto previsto negli altri settori regolati sulla base dell’indicatore ISEE.

In particolare può richiedere il bonus sociale idrico qualsiasi cittadino appartenente:

  • ad un nucleo familiare con ISEE fino a 8.107,50 €
  • ad un nucleo familiare con ISEE non superiore a 20.000,00 € nel caso di famiglie con quattro o più figli a carico

Maggiori informazioni e modulistica sono disponibili sul sito dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente www.arera.it.

Ulteriori approfondimenti sono disponibili sul sito del Sistema di gestione delle agevolazioni sulle tariffe energetiche www.sgate.anci.it.

I cittadini residenti nel Comune di Ancona che intendono presentare domanda (nuova e/o rinnovo) devono recarsi esclusivamente presso i CAF convenzionati per il 2018.

I CAF non sono autorizzati a chiedere alcun compenso all’Utente.

Allegato : elenco caf convenzionati