Youth Games

La Macroregione Adriatico Ionica si costruisce attraverso i suoi giovani che ne diventano ambasciatori e attraverso il linguaggio universale dello sport.

Sarà un grande evento di agonismo, partecipazione e coesione territoriale, la prima edizione di “Adriatic and Ionian Macroregion Youth Games” in programma ad Ancona dal 6 all’8 giugno, ideata dall’Amministrazione comunale dorica e realizzata con il supporto della Regione Marche e con la collaborazione del Forum delle Città dell’Adriatico e dello Ionio, l’Ufficio Scolastico Regionale per le Marche, Coni, Camera di Commercio di Ancona, Marina Militare,  Segretariato per l’Iniziativa Adriatico Ionica, l’Aiccre.

Saranno circa 1.000 i ragazzi dai 15 ai 16 anni provenienti da otto paesi appartenenti alla Macroregione: oltre all’Italia parteciperanno Croazia, Montenegro, Albania, Grecia, Bosnia Herzegovina, Serbia, Slovenia.

Sono almeno 20 le città da cui partiranno le delegazioni di atleti e accompagnatori, spinte dall’azione del Forum delle Città che ha individuato, tra quelle facenti parte del

proprio comitato direttivo, alcune città capofila: tra  esse Spalato, Mostar, Budva, Durazzo, Capodistria e Patrasso.

Dodici le discipline di confronto agonistico per i ragazzi  (calcio, pallamano, basket, volley, taekwondo, tennis, pallanuoto, vela, scherma, ginnastica, atletica, arco), che avranno soprattutto l’occasione di incontrarsi per la prima volta come membri di una comunità che sta nascendo grazie alla spinta  di molti e soprattutto della  Regione Marche: entro il 2014 infatti, in concomitanza con il semestre di presidenza italiana in Europa, sarà definitivamente approvata la Macroregione Adriatico Ionica. Con essa saranno avviate le progettualità finalizzate allo sviluppo economico-sociale e al consolidamento del processo di coesione territoriale tra i Paesi dell’intera area.

“Adriatic and Ionian Macroregion Youth Games” è un’iniziativa che parte dal basso, e ha l’obiettivo, attraverso lo sport, di aumentare la consapevolezza e il senso di appartenenza dei cittadini (giovani e studenti), delle aggregazioni di base (associazioni sportive), delle autonomie locali (città, istituzioni scolastiche) alla comunità adriatica di domani. Si vuole infine implementare una buona pratica, riproponibile annualmente nei vari Stati membri della Macroregione. L’iniziativa è coordinata dagli assessorati allo Sport e alle Relazioni Internazionali del Comune di Ancona con il supporto della Regione Marche. Sarà un grande evento sportivo organizzato come una micro Olimpiade in collaborazione con il Coni regionale: ognuna delle dodici discipline – scelte privilegiando le specialità di squadra e la pratica nei Paesi coinvolti – avrà un suo torneo. Le delegazioni sportive di ogni Paese possono partecipare a tutte o solo ad alcune specialità.