AIRE – Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero –

untitled

L’ AIRE é l’Anagrafe della Popolazione Italiana residente all’Estero.

E’ stata istituita nel 1990, a seguito del censimento degli italiani all’estero, del 1988 ed è costituita da un apposito schedario dove sono tenute aggiornate le registrazioni amministrative dei cittadini:

■ che hanno dichiarato spontaneamente, ai sensi dell’art. 6 della Legge 470/1988, di voler risiedere all’estero per un periodo di tempo superiore ai dodici mesi o, per i quali, é stata accertata d’ufficio tale residenza
■ nati e residenti fuori dal territorio nazionale, il cui atto di nascita é stato trascritto in Italia e la cui cittadinanza italiana é stata accertata dal competente ufficio consolare di residenza;
■ che acquisiscono la cittadinanza italiana all’estero, continuando a risiedervi;
■la cui residenza all’estero é stata giudizialmente dichiarata.

L’iscrizione però può avvenire anche d’ufficio, nel caso in cui il Consolato italiano abbia constatato l’effettiva e permanente residenza all’estero del cittadino, in occasione dello svolgimento di una qualsiasi pratica (ad esempio, il rilascio di un passaporto). L’interessato ne sarà informato con un atto amministrativo del Comune che gli sarà notificato dal Consolato.

Devono iscriversi all’AIRE:
■ i cittadini che intendono trasferire la propria residenza da un comune italiano all’estero per un periodo superiore ad un anno
■ i cittadini italiani nati e residenti all’estero, il cui atto di nascita sia stato trascritto in Italia e la cui cittadinanza italiana sia stata accertata dall’Ufficio consolare di residenza.
■ le persone che acquisiscono la cittadinanza italiana all’estero, continuando a risiedervi.

Non devono invece iscriversi all’Aire:
■ le persone che vanno all’estero per un periodo inferiore a un anno
■ i dipendenti di ruolo dello Stato in servizio all’estero e le persone con essi conviventi, i quali siano stati notificati alle autorità locali ai sensi delle Convenzioni di Vienna sulle relazioni diplomatiche e consolari (Conv. 1961 e 1963 ratificate con Legge 09/08/1967 n. 804)
■ i lavoratori stagionali
■ i militari in servizio negli uffici e nelle strutture della NATO

A cosa serve

Iscriversi all’ AIRE e aggiornare la propria posizione (trasferimento di indirizzo o di stato di residenza; modifiche dello stato civile, ai fini della trascrizione degli atti in Italia, quali matrimoni, nascite, divorzi, decessi, etc.) é un obbligo prescritto dalla legge . Il rispetto di tale obbligo é un dovere civico, che comporta la possibilità di esercitare il diritto di voto all’estero e di ottenere la carta di identità e i certificati sia dal Comune di iscrizione AIRE che dall’Ufficio Consolare di residenza.

Come avviene l’ISCRIZIONE all’AIRE:

I cittadini ITALIANI che trasferiscono all’estero la propria residenza, per un periodo superiore a 12 mesi, possono chiedere l’Iscrizione AIRE :
1. presso l’Ufficio Consolare Italiano di competenza entro 90 giorni dalla data di espatrio
2. presso il proprio Comune di residenza

A partire dal 9 maggio 2012, ai sensi del nuovo Decreto legge 9 febbraio 2012, n. 5 convertito in legge 4 aprile 2012, n. 35, le dichiarazioni anagrafiche di trasferimento all’estero possono essere presentate anche nei seguenti modi:

direttamente agli sportelli dell’Ufficio Anagrafe del Comune in Largo XXIV Maggio 1 –     60123 Ancona  – SOLO PREVIO APPUNTAMENTO richiesto al numero 071/2222241 –  dal  Lunedì al Venerdì dalle 9.00 alle 13.00

Si accede all’Ufficio nel rispetto delle disposizioni previste per il contenimento dell’emergenza epidemiologica, ovvero un utente per volta (il secondo utente entra solo dopo che sia uscito il precedente). Nelle attese all’esterno dell’edificio deve osservarsi la distanza minima interpersonale ed ogni altra cautela.

per posta tramite raccomandata all’indirizzo: Comune di Ancona – Ufficio Anagrafe , Largo XXIV Maggio 1 – 60123 Ancona
per fax: al numero 071 222 2109
per via telematica tramite il servizio di posta elettronica  agli indirizzi:

indirizzo mail: info@comune.ancona.it
indirizzo pec: servizidemografici@pec.comune.ancona.gov.it

indicando nell’oggetto della mail la seguente dicitura : “dichiarazione di residenza all’estero”

L’invio per via telematica è consentito ad una delle seguenti condizioni:
■  all’indirizzo ordinario: info@comune.ancona.it che la copia della dichiarazione recante la firma autografa e la copia del documento d’identità del dichiarante e dei componenti maggiorenni siano acquisite mediante scanner e trasmesse tramite posta elettronica semplice
■ all’indirizzo di posta certificata: servizidemografici@pec.comune.ancona.gov.it  che la dichiarazione sia trasmessa attraverso la casella di posta elettronica certificata del dichiarante

La dichiarazione deve contenere necessariamente tutti i dati obbligatori previsti nell’ apposito modulo e contrassegnati da un asterisco (*) (modulo allegato a fondo pagina).

PER INFORMAZIONI : 071/2222241 dalle 10.00 alle 12.000 dal LUNEDI’ al VENERDI’

N.B. : Il cittadino ha comunque l’obbligo , di recarsi entro 90 giorni dall’arrivo all’estero al all’Ufficio Consolare della Circoscrizione di Emigrazione per rendere la dichiarazione di espatrio.
ATTENZIONE: Se il cittadino dichiara il trasferimento all’estero direttamente al Consolato italiano, l’iscrizione all’A.I.R.E. ai sensi del decreto Legge 22/2019 decorre dalla data di presentazione della richiesta di Iscrizione al Consolato, data che viene indicata dal Consolato stesso al Comune nel modello che invia per l’iscrizione del cittadino nella residenza estera; se presenta la dichiarazione all’Ufficio AIRE, prima di espatriare, l’iscrizione all’AIRE si effettua all’arrivo del modello consolare con decorrenza dalla data in cui il cittadino ha reso la dichiarazione al Comune ma per la definizione della pratica occorre comunque che l’interessato si presenti al Consolato Italiano nello stato di residenza all’estero entro 90 giorni e che il Consolato invii la conferma di iscrizione al Comune .

Se entro un anno il Comune non riceve dal Consolato la richiesta di iscrizione all’A.I.R.E., sarà avviato il procedimento di cancellazione del richiedente per irreperibilità.

La competenza dell’atto finale spetta all’Ufficiale di Anagrafe.

L’iscrizione all’A.I.R.E. é GRATUITA.

Informazioni utili:

Tutte le eventuali variazioni anagrafiche (indirizzo, trasferimento ad altra Aire, matrimonio/divorzio, nascita, decesso) devono essere comunicate tramite le autorità consolari competenti.

Chi chiede la cancellazione dall’AIRE per rimpatrio in Italia deve presentare dichiarazone di RIMPATRIO al Comune Italiano di nuova residenza con un idoneo documento di riconoscimento.

Iscriversi all’AIRE e dichiarare eventuali cambi di residenza o di abitazione consente:
■ di fruire dei servizi consolari;
■ di ottenere certificati dal Comune di iscrizione e dal Consolato nella cui circoscrizione si è residenti;
■ ottenere la Carta di Identità dal Consolato o dal Comune di Iscrizione AIRE
■ di esercitare con regolarità il diritto di voto;

Normativa di riferimento Legge n. 470 del 27/10/1988 – D.P.R. 6/9/1989 n. 323 – Decreto Legge n. 22 del 25/03/2019

info :

MAIL: info@comune.ancona.it – loredana.burini@comune.ancona.it

pec. servizidemografici@comune.ancona.it

telefono 071/2222241

Fax 071 222 2240

Responsabile : Tiziano Fulgi
Dirigente : Paola Calabrese

Allegati:

Dichiarazione_di_trasferimento_di_residenza_all_estero

http://www.interno.gov.it/sites/default/files/0755_guida_aire_2010.pdf