UN’ESTATE DI MUSICA E SPETTACOLO, ECCO IL CALENDARIO

Ecco la prima estate dopo Covid. Ecco il calendario di eventi realizzato dall’assessorato alla Cultura,che coordina la moltitudine di eventi e attività culturali, da Marche Teatro, che quest’anno fornisce un supporto organizzativo e tecnico senza precedenti per sostenere il palinsesto, da La Mole, che è sia luogo sia fulcro ideativo della stagione, e dagli organizzatori, a partire dai festival che, nel corso degli anni, hanno reso la città il centro più attivo sul piano della produzione di qualità e della programmazione nella Regione.

Il calendario della Mole sarà affiancato da decine di eventi studiati da e per i quartieri assieme all’assessorato alla Partecipazione democratica (che verranno presentati nel dettaglio nei prossimi giorni) 

Ci sono alcuni punti fermi, che avranno una continuità nel corso dell’estate.

L’Arena Cinema della Mole ospiterà il cinema dal 27 giugno al 28 agosto senza soluzione di continuità.

Il progetto Presente, con cui il Comune di Ancona si è aggiudicato il bando Valore Territorio della Fondazione Cariverona, avvia una Call per artisti, operatori e associazioni. La call, che prevede un contributo economico e un sostegno pratico, è la prosecuzione fisica del progetto di piattaforma digitale avviato sin dai primi giorni del lockdown, e che ha raccolto più di cento contributi culturali avviando anche progetti da zero. Tra i suoi obiettivi, il rafforzamento della comunità e il ruolo propulsore di Ancona a favore del talento culturale dell’intero territorio.

Lo spazio MicaMole: lo stesso progetto Presente ha permesso la realizzazione, nella Corte della Mole, di uno spazio di ristorazione sociale che coinvolge insegnanti di sostegno e tanti “ragazzi speciali”. Lo spazio inaugura il 3 luglio alle 18 e, oltre a un servizio continuo, assume una valenza sociale contrassegnando la missione culturale di Ancona.

La Mostra

Gli spazi espositivi della Mole riprendono con una grande mostra. Letizia Battaglia, Storie di strada, presentata a Palazzo Reale di Milano a dicembre arriva come previsto nelle Sale Vanvitelli dal 25 di luglio, per rimanere fino a gennaio. Nel corso della mostra si svolgeranno appuntamenti dedicati ai quartieri della città, a partire dalle fotografie della Battaglia, e incontri con figure cardine della fotografia italiana. La mostra sarà presentata in una conferenza dedicata nel mese di luglio. Nel corso dell’estate, ospiterà anche eventi legati ai festival e alle attività culturali.

La comunità culturale

La cooperazione tra i festival di Ancona e la loro capacità di mettersi gli uni a servizio degli altri, nonché di costruire un calendario organico assieme al Comune di Ancona, è stato un elemento fondamentale. A sua volta, la decisione del Comune di Ancona di assumersi il compito e l’onere di organizzare, condividere e gestire tutte le dinamiche legate a questo tempo eccezionale (sicurezza aumentata, cura degli spazi, dotazioni di primo intervento, sanificazione, riorganizzazione logistica etc.) è risultata fodnamentale per permettere ai Festival di proseguire il loro cammino.

Marche Teatro

Il Teatro di Ancona non si è mai fermato ed è attivo con una serie di produzioni di altissima qualità, che a breve saranno pronte per girare il Paese. Inoltre, ha dimostrato in questi mesi di avere una capacità di reazione superiore alla media, individuando soluzioni creative e di spettacolo che non si limitano a mettere in scena azioni “adatte” alle situazioni contingenti, ma affrontano di petto l’emergenza, con le armi del teatro, con gli artisti e le loro idee. Ne è esempio lo spettacolo tuttora in corso di Marco Baliani, all’esterno del Teatro delle Muse, L’attore nella casa di cristallo.

Marche Teatro è, però, anche un partner organizzativo e tecnico fondamentale per l’estate 2020. Infatti, ha curato l’allestimento di alcuni spazi di spettacolo (tra cui la Corte della Mole), sta programmando momenti di spettacolo all’esterno dal Teatro delle Muse ed è centrale nel fornire servizi tecnologici ai festival e al mondo dello spettacolo.

La Mole

La Mole è al centro del calendario che viene presentato oggi. Accanto agli eventi che si svolgeranno nel monumento vanvitelliano, decine avranno luogo nei quartieri della città. Tuttavia, La Mole è stata capace, grazie anche al progetto Presente e al team di lavoro dedicato, di rispondere a tutte le esigenze di sicurezza, organizzazione, cura, logistica dettate dal periodo e indicate dai protocolli. Un luogo aperto ma monitorabile, libero ma sicuro, con uno staff dedicato che vede assieme ente pubblico, Mobilità e Parcheggi, Marche Teatro e organizzatori di attività. Una grande comunità di cultura.

L’innovazione

I protocolli emanati a ridosso della ripresa degli spettacoli hanno richiesto l’introduzione di una serie di novità e, anche, alcuni ripensamenti. Per rispettarli e per garantire a tutti la possibilità di fruizione degli eventi e delle attività culturali, assieme a Marche Teatro, si è studiato un sistema di streaming diffuso. Lo streaming diffonderà on line in diretta e, successivamente, lascerà a disposizione gli eventi per quanti vorranno usufruirne: cittadine e cittadine, gruppi di persone ma anche e soprattutto operatori commerciali, locali, ristoranti, attività che non dovranno far altro che collegarsi ai link e alla piattaforma indicata per permettere ai clienti di assistere agli spettacoli. Il Comune si farà carico di una serie di streaming, mentre altri saranno a discrezione dei singoli organizzatori. Una diffusione capillare degli eventi di spettacolo, che permette di evitare assembramenti eccessivi e garantisce l’approccio democratico, mentre si stanno progettando eventi di aggregazione contenuti e in massima sicurezza nei quartieri meno centrali della città.

La capitale italiana della cultura

Dopo aver promosso la conferma di Parma nel 2021, Ancona, che aveva consegnato il proprio dossier all’inizio di marzo, lo ha ripreso in mano alla luce di quanto accaduto e sta tuttora accadendo. La capacità di reazione della comunità culturale di Ancona è stata, d’altronde, confermata dalla vitalità mostrata in questi mesi. Il Dossier resta il frutto di una grande partecipazione della città, con circa 70 progetti arrivati, discussi ed elaborati assieme, di un team di lavoro nato in seno al progetto Presente, e di un’attenzione particolare al ruolo sociale della cultura, oggi più necessario che mai. La presentazione del Dossier e della candidatura si svolgerà nella corte della Mole il 2 agosto.

Memoria, Cura, Natura

Il Parco del Cardeto, intitolato al grande poeta di Ancona Franco Scataglini, diventa, grazie alla collaborazione tra l’Assessorato alla Cultura e Coldiretti Marche, un luogo in cui la poesia della natura invita le cittadine e i cittadini alla cura: il progetto Presente propone, infatti, una formula di giardino pop-up che attraverserà il parco, senza incidere nella sua peculiarità ambientale, coinvolgendo la comunità e invitandola a prendersi cura dell’ambiente, e dunque simbolicamente di sé stessa, a partire da un periodo come quello che stiamo attraversando. Il progetto, in corso, sarà presentato nel dettaglio con una conferenza dedicata.

I Festival e le Rassegne

I festival di Ancona tornano con la programmazione straordinaria del 2020, che deve tenere conto di molti fattori.

Il festival Cinematica, vincitore di numerosi riconoscimenti nazionali, e previsto per il periodo primaverile, si ridisegna per l’estate. Aprirà la rassegna il 3 luglio la mostra del regista e videomaker Virgilio Villoresi eccezionalmente presente con le sue “sculture in movimento” alla Pinacoteca di Ancona. La sera del 3 spazio al cinema con la prima regionale di uno dei registi più interessanti

della nuova generazione di cineasti italiani, Cosimo Terlizzi con il suo “Dentro di te c’è la terra” in collaborazione con Lazzabaretto Cinema. Sarà presente il regista . Sabato 4 giugno una serata densa di significato, dedicata alla danza e alle nuove tecnologie con lo spettacolo LINGUA IGNOTA di e con Simona Lisi e con il musicista e compositore Paolo Bragaglia e il il light e visual designer Pietro Cardarelli. Al termine dello spettacolo un momento di approfondimento, alla presenza degli artisti, guidato dalla giornalista Silvia Veroli dal titolo “Ildegarda Von Bingen: antiche visioni per un tempo nuovo”. 5 giugno finale del festival Cinematica con la Serata finale di Cinematica Videodance Competition la competizione internazionale per film di videodanza che caratterizza il

festival da quattro anni. La caleidoscopica e talentuosa cantautrice di origine marchigiana

Roberta Giallo sarà la conduttrice della serata.

I Libri e la città è una rassegna che impegnerà tutti i lunedì la Corte della Mole all’ora dell’aperitivo, per lasciare poi lo spazio a disposizione di gruppi di lettura della città in un’ottica di socialità, accoglienza e cultura diffusa. La rassegna raccoglie le proposte di alcune librerie della città, e coordina piccoli incontri e rassegne con autori locali ed altri con figure di primo piano della scena letteraria italiana, curati dalle stesse librerie.

Sconcerti, la tradizionale rassegna che si muove alla scoperta di talenti musicali della scena indipendente italiana, curata da Arci, e che culminerà nel festival La mia generazione, ospita ad Ancona, quest’anno eccezionalmente in Corte, musica di qualità (Canarie, Davide Toffolo, Oppoppoio) e un incontro sulla scena indipendente marchigiana.

Sensi d’Estate, la storica rassegna a cura del Museo Omero, inanella appuntamenti tutti i mercoledì dal 15 luglio, con ospiti come Syusy Blady e il Nino Rota Ensemble in un omaggio a Federico Fellini.

Il Festival AnconaJazz 2020 è frutto del lavoro di Spaziomusica, che dal 16 al 19 luglio riunisce in Corte della Mole e in altre location importanti protagonisti della scenza jazz nazionale, con un occhio particolare ai talenti marchigiani, per incontri e concerti all’insegna dei grandi musicisti della storia del jazz.

Il Festival KA – Nuovo immaginario migrante, sposta il proprio centro gravitazionale sulla stagione autunnale, e propone nel periodo estivo un singolo appuntamento di anteprima con il regista Andrea Marinelli.

Il Festival La Punta della Lingua arriva alla XV edizione con la direzione artistica di Luigi Socci e Valerio Cuccaroni. Tra gli ospiti previsti per il 2020 Franco Arminio, Stefano Dal Bianco, Frida Neri e Massimo Raffaeli, videopoesie in collaborazione con lo Zebra Poetry Film Festival di Berlino.

Il Conero Dance Festival propone i consueti appuntamenti di danza dal vivo e di commistione artistica, con ospiti danzatori del Tanztheater di Pina Bausch.

Il Festival Acusmatiq si concentra in un weekend d’inizio agosto con ospiti nazionali di prima importanza.

Il Festival Adriatico Mediterraneo, nell’anno di celebrazione della carta di Ancona, propone un palinsesto artistico di grande qualità.

Il Festival La mia generazione (10-13 settembre) diventa la grande vetrina musicale della città, proponendo un evento in streaming nazionale che coinvolge due location fisiche (Teatro delle Muse e Mole Vanvitelliana) in incontri e concerti cui sarà possibile assistere dal vivo e in streaming su maxi-schermi e on line e tv in tutta Italia. Nell’organizzazione del Festival sono coinvolti Arci, Comcerto e festival Spilla, Marche Teatro e molti altri soggetti del territorio.

Settembre si chiuede con l’appuntamento dell’Ancona Flower Show, e ospita altri eventi, come il Festival della storia al suo secondo anno di attività.

Il Festival KUM! , come già annunciato, si impegna ad affrontare il tema della Cura nell’anno straordinario che stiamo vivendo, in una versione speciale, fatta da un numero ridotto di incontri con grandi figure della cultura italiana e del comitato scientifico del Festival, interamente dedicati all’evento pandemico.

La musica classica

La Mole ospita, eccezionalmente, alcuni appuntamenti a cura degli Amici della Musica e degli Amici della Lirica, previsti nel corso dell’anno e successivamente rinviati o rimasti in attesa. Una mini-rassegna che porta in una location tradizionalmente dedicata al pop, al jazz e al contemporaneo grandi talenti della classica, testimoniando sia la qualità della proposta delle stagioni, sia la disponibilità all’accoglienza della Mole che si fa ospite della cultura, dell’arte e della musica.

Il Teatro per Ragazzi

Il Teatro Ragazzi riparte questa estate da un nuovo progetto ideato da Marche Teatro/Teatro del Canguro, per riprendere finalmente il filo a lungo interrotto con i bambini di Ancona.

Dal 13 al 31 luglio, per cinque giorni alla settimana (dal lunedì al venerdì), i piccoli spettatori potranno immergersi in un’avventura a cielo aperto all’interno del Parco dell’Ex Crass (ingresso via Cristoforo Colombo 106). “Questa volta l’eroe sarai tu!” – Percorso per bambini coraggiosi alla ricerca del tempo perduto, questo il titolo del progetto che simulerà “l’eroica” vicenda di ciascun bambino partecipante alle prese con il cattivo mago dalla faccia verde. Si dovrà neutralizzare uno di quei malefici che soltanto i maghi sanno fare e restituire così a tutti il tempo rubato ai giochi, al divertimento, all’amicizia con i compagni. Ogni bambino affronterà il percorso accompagnato da un adulto passando di volta in volta da un punto all’altro del tragitto, seguendo le indicazioni della mappa che gli verrà consegnata e utilizzando le parole magiche che i vari personaggi incontrati gli affideranno. Saranno proprio queste parole a far sì che tutto possa ritornare come una volta quando i bambini potevano tranquillamente giocare, andare nei parchi, e perché no ritornare anche al Teatrino del Piano ad assistere agli spettacoli pensati e costruiti proprio per loro. La partenza dei potenziali e futuri eroi sarà scaglionata ogni dieci minuti a partire dalle ore 18 fino alle ore 20. Per bambini dai 3 anni in su accompagnati da un genitore, durata del percorso 30’, tutto all’aria aperta.

È stato possibile realizzare questo progetto grazie alla disponibilità dell’Area Vasta 2 dell’ASUR Marche che ha concesso l’utilizzo degli spazi del parco.

La programmazione del Teatro Ragazzi, dopo una pausa nel mese di agosto, riprenderà la prima settimana di settembre con i tradizionali week end al Teatrino del Piano. Saranno rappresentati due differenti titoli del repertorio “Le storie del bosco” (5 e 6 _ 12 e 13 settembre alle ore 18.30) per bambini dai 3 anni e “C’erano una volta” (19 e 20_26 e 27 settembre ore 18.30),per bambini dai 4 anni, il primo pieno di animali parlanti non sempre simili a come noi ci possiamo aspettare e il secondo dove si racconta una delicata storia di amicizia fra un bambino e una bambina.

IL CALENDARIO della Mole

Il Calendario della Mole è uno dei calendari che saranno attivi nel corso dell’estate.

Ad esso si aggiungono alcuni prodotti della cultura di Ancona, come il Calendario (allegato) del Teatro del Canguro presso l’EX-Crass, che vitalizza uno spazio meraviglioso di Ancona avviando un progetto di recupero attraverso la cultura dell’intero ambiente, e come il progetto di Giardino Pop-Up in corso presso il Parco Cardeto, oltre ad attività dedicate ai quartieri, in particolare quelle di piccolo intrattenimento in piazze e frazioni, coordinate dalla Partecipazione Democratica.

Tutta la programmazione calendarizzata: CLICCARE QUI